Versione Italiana Versione Italiana English Version English Version
Versione del sito per IPOVEDENTI
{CURRENTDATE}


{MENUKOOLVERT}
Biblioteca
Accedi alla Home Page
del Parco
 
News
27/09/2017
:: Comitato di Pilotaggio Progetto GIREPAM
Mercoledì 27 settembre a Bonifacio (Corsica)Comitato di Pilotaggio del Progetto GIREPAM, a seguire giovedì 28 e venerdì 29 seminario per favorire lo scambio di esperienze tra i gestori delle diverse aree protette che partecipano al progetto....
08/08/2017
:: CONTROLLO UNGULATI
Venerdì 11 agosto Azioni di controllo ungulati dalle ore 6.00 fino a termine operazioni in Località Ceparana in Comune di Bolano...
28/06/2017
:: AVVISO MODIFICA MODAITA' DI VERSAMENTO DELL'IVA SUGLI ACQUISTI EFFETTUATI DALLE
A Partire dal primo luglio 2017 si attueranno modifiche sulle modalità di versamento dell'IVA sugli acquisti effettuati dalle Pubbliche Amministrazioni...
16/09/2016
:: Programma controllo ungulati
Azioni di controllo ungulati: MAGGIO 2017 ...
03/03/2017
:: 7/03/2017 PSR 2014-2020: le opportunità nel settore forestale
L’Ente Parco organizza, in collaborazione con la Regione Liguria, un incontro divulgativo dedicato alle misure di interesse forestale del Piano di Sviluppo Rurale della Regione Liguria 2014/2020. Nell’incontro saranno presentate le opportunità previste dalle misure M08 “Investimenti nello sviluppo delle aree forestali e nel miglioramento della redditività delle foreste” e M09 “Costituzione di gruppi di produttori per la gestione e la valorizzazione economica delle risorse forestali l...
03/02/2017
:: Bando EELL bonifica Amianto
Il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del territorio e del mare, indice una procedura pubblica, destinata agli EELL, per il finanziamento della progettazione preliminare e definitiva di interventi di bonifica di edifici pubblici contaminati da amianto. ...
07/11/2016
:: Demolizione opere abusive, in arrivo i finanziamenti per i Comuni
È stato pubblicato in Gazzetta ufficiale n 251 del 26 ottobre 2016 il decreto 22 luglio 2016, contenente i modelli e le linee guida per la presentazione della domanda di accesso ai finanziamenti per gli interventi di demolizione delle opere realizzate in aree soggette a rischio idrogeologico in assenza o in totale difformità dal permesso di costruire. ...
15/09/2016
:: APPROVATA LA GRADUATORIA VALUTAZIONE CURRICULUM RELATIVA ALL'AVVISO PUBBLICO
Approvata la graduatoria valutazione curriculum relativa all'avviso pubblico per la formazione di una graduatoria utile all'assunzione di personale a tempo determinato, categoria C1 vigente CCNL Enti Locali, profilo professionale C1 "Assistente Tecnico Ambientale", per il supporto all'attività di gestione, monitoraggio e rendicontazione di progetti finanziati da fondi comunitari...
03/08/2016
:: PSR 2014-2020 num 4.4: bando pubblicato
PSR 2014-2020 num 4.4 : bando pubblicato. “Supporto agli investimenti non produttivi connessi all’adempimento degli obiettivi agro-climatico-ambientali”. Il testo di tutti i documenti è disponibile su www.agriligurianet.it , in particolare all’indirizzo seguente http://www.agriligurianet.it/it/impresa/sostegno-economico/programma-di-sviluppo-rurale-psr-liguria/psr-2014-2020/bandi-aperti-psr2014-2020.html...
08/07/2016
:: Ordinanza collegamento Fiumaretta e Bocca di Magra con la spiaggia di Punta Corv
Ordinanza sindacale n. 8/2016 recante servizio trasporti via mare per collegamento Fiumaretta e Bocca di Magra con la spiaggia di Punta Corvo....
Iscriviti alla newsletter
Nome:
Cognome:
Email:
 
Home Page > Attività > Parchi di Mare e di Appennino > APE - Appennino Parco d'Europa

APE - Appennino Parco d'Europa

Progetto A.P.E. Appennino Parco d’Europa
UNA CITTA’ DI VILLAGGI TRA PADANA E TIRRENO
idee programmi e azioni per un sistema territoriale delle montagne
liguri-tosco-emiliane

Cos ’è APE
Il Programma A.P.E. – Appennino Parco d’Europa – è nato per promuovere lo sviluppo sostenibile delle zone montane comprese nell’Appennino che è stato individuato come un unico insieme omogeneo di cultura e ambiente. Il programma di azione del Progetto A.P.E. redatto dal SCN del Ministero dell’Ambiente ha previsto di integrare le politiche ambientali con le altre politiche attraverso un progetto complessivo di sviluppo sostenibile a partire dal sistema delle aree protette. Tale programma è stato finanziato dalla Commissione Sviluppo Sostenibile del CIPE con delibera n° 84 del 4 agosto 2000 per un importo complessivo di 35 MLD di vecchie Lire. Successivamente il CIPE, facendo seguito all’intesa del 24/1/ ’01 tra Ministero dell’Ambiente, Regioni capofila, UPI, UNCEM e FEDERPARCHI, ha ripartito la somma fra 4 progetti pilota e per ognuno ha individuato la Regione capofila.

Obiettivo
Scopo generale del Programma A.P.E. era quello di contribuire alla restituzione di una nuova centralità-identità geografica, economica e sociale per l’Appennino che lo ponesse come territorio e non come periferia di altri contesti, relazionando il sistema territoriale locale con altri sistemi territoriali in più livelli di relazioni e da diversi punti di vista: sociale, economico, funzionale ed ecologico. In dettaglio le connessioni sociali ed economiche hanno riguardato il recupero dei saperi tradizionali facendoli aderire a progetti economici e culturali, mentre le connessioni funzionali hanno riguardato sistemi di connessione in rete dei servizi con l’obiettivo di rafforzare quelli esistenti e crearne altri di eccellenza più idonei al contesto locale. Le connessioni ecologiche, infine, hanno riguardato l’attuazione di modalità coordinate nella gestione e conservazione della natura nei siti SIC e nelle aree a maggior grado di tutela e l’avvio di interventi mirati sul territorio.

Il Progetto "Una città di villaggi tra Padana e Tirreno"
Per l ’Appennino settentrionale la regione incaricata di gestire il programma A.P.E. è stata la Toscana e il progetto pilota, redatto dal gruppo di lavoro costituito dai Parchi Regionali delle Alpi Apuane, dei Cento Laghi, del Gigante e di Montemarcello-Magra, è stato titolato “Una città di villaggi tra Padana e Tirreno”. Il progetto ha interessato il territorio appenninico delle Regioni Toscana, Liguria ed Emilia Romagna con i Parchi delle Cinque Terre, delle Alpi Apuane, dell’Alto Appennino Modenese, dell’Alto Appennino Reggiano, del Corno alle Scale, del Crinale Alta Val Parma e Cedra, dei Laghi Suviana e Brasiamone, di Montemarcello Magra e di Monte Sole; con le Comunità Montane Alta Val di Vara, Alta Versilia, Appennino Parma Est, Appennino Reggiano, Area Lucchese, Frignano, Garfagnana, Lunigiana, Media e Bassa Val di Vara, Valli del Savena e Idice, Media Valle del Serchio, Modena Est, Modena Ovest, Alta e Media Valle del Reno, Riviera Spezzina; e con le Province di Bologna, La Spezia, Lucca, Massa Carrara, Modena, Parma e Reggio Emilia. Il progetto, nel suo complesso, ha proposto l’attuazione di programmi e azioni volte a creare un sistema territoriale e restituire una centralità alle aree interne, prima periferie dello sviluppo urbano della pianura e della costa, attraverso una serie di interventi coordinati per la valorizzazione della viabilità storica, il recupero delle tradizioni e culture locali, l’installazione di reti e strumentazione informatica, il miglioramento della fruizione sostenibile e il ripristino delle connessioni ecologiche.

Le azioni
Le azioni del progetto a essere attuate sono state “I viandanti del terzo millennio”, “Riqualificazione dei castagneti” e “Assetto territoriale integrato”. Questi sottoprogetti si sono basati sul concetto che la viabilità antica è un elemento di connessione e conoscenza del territorio, un patrimonio con un’elevata importanza storico-testimoniale e identitaria che recentemente si sta proponendo come elemento importante della pianificazione paesistica e urbanistica per la domanda di un “turismo verde”, più attento ai temi culturali e ambientali. Le vie di comunicazione storiche rappresentano infatti un tramite importante per fruire dei quadri paesaggistici e ambientali che la presenza dell’uomo sul territorio, anche attraverso di esse, ha strutturato e modificato continuamente. Nell’area del crinale appenninico e apuano si possono ricostruire importanti itinerari della storia Europea promossi dal 1987 dal Consiglio d’Europa e rivolti ai suoi cittadini con lo scopo di valorizzare i percorsi e i luoghi dove si è formata l’identità europea situati in località cosiddette “minori”, in contesti rurali esterni ai principali circuiti dei consumi turistici di massa. Tali itinerari possono dare impulso alla rinascita locale, alla riscoperta di una identità locale volta a tutelare il suo patrimonio culturale, ambientale, architettonico del territorio, in una visione aperta all’esterno, attenta a chi, proveniente da paesi lontani, vuole scoprire tale identità. Il presente progetto si può configurare come esperienza pilota non tanto per la tipologia e la qualità degli interventi ma per le potenzialità della rete sviluppata secondo i criteri del “sistema turistico locale”. La sua caratteristica innovativa principale è quella di sperimentare una nuova forma organizzativa fra gli Enti Territoriali in possibile collaborazione con imprese di servizi, associazioni fra residenti o appassionati per promuovere modalità organizzate di fruizione di una territorio vasto, che potenzialmente può andare dalle città emiliane e toscane alla costa tirrenica facendo perno sull’Appennino.

Gli interventi del Parco di Montemarcello Magra
Nell ’ambito del Progetto APE l ’Ente Parco di Montemarcello Magra ha acquistato due edifici di valore storico-architettonico e li ha completamente ristrutturati alla scopo di adibirli a foresteria contribuendo così alla carenza sul territorio di strutture ricettive legate all ’escursionismo e alla creazione di collegamenti tra entroterra e costa. Tali fabbricati sono un ex mulino a Pignone e un ex fienile a Beverino che sono inseriti in un contesto paesaggistico-naturalistico di grande pregio già valorizzanto con il progetto Rete Natura 2000.

 

Ultimo Aggiornamento: 19/06/2008
 
Ente Parco di Montemarcello-Magra - Via A. Paci, 2 - 19038 - Sarzana (SP) Italy - Tel. +39/0187.691071 - Fax. +39/0187.606738 - Diritti riservati
P.Iva: 91009830117 - PEC: parcomagra@legalmail.it
Privacy - Disclaimer - Powered by Mantra Multimedia
Magra in Bici