Versione Italiana Versione Italiana English Version English Version
Versione del sito per IPOVEDENTI
{CURRENTDATE}


{MENUKOOLVERT}
Biblioteca
Accedi alla Home Page
del Parco
 
News
03/03/2017
:: 7/03/2017 PSR 2014-2020: le opportunitĂ  nel settore forestale
L’Ente Parco organizza, in collaborazione con la Regione Liguria, un incontro divulgativo dedicato alle misure di interesse forestale del Piano di Sviluppo Rurale della Regione Liguria 2014/2020. Nell’incontro saranno presentate le opportunità previste dalle misure M08 “Investimenti nello sviluppo delle aree forestali e nel miglioramento della redditività delle foreste” e M09 “Costituzione di gruppi di produttori per la gestione e la valorizzazione economica delle risorse forestali l...
16/09/2016
:: Programma controllo ungulati
Azioni di controllo ungulati: GENNAIO E FEBBRAIO 2017 ...
03/02/2017
:: Bando EELL bonifica Amianto
Il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del territorio e del mare, indice una procedura pubblica, destinata agli EELL, per il finanziamento della progettazione preliminare e definitiva di interventi di bonifica di edifici pubblici contaminati da amianto. ...
07/11/2016
:: Demolizione opere abusive, in arrivo i finanziamenti per i Comuni
È stato pubblicato in Gazzetta ufficiale n 251 del 26 ottobre 2016 il decreto 22 luglio 2016, contenente i modelli e le linee guida per la presentazione della domanda di accesso ai finanziamenti per gli interventi di demolizione delle opere realizzate in aree soggette a rischio idrogeologico in assenza o in totale difformità dal permesso di costruire. ...
15/09/2016
:: APPROVATA LA GRADUATORIA VALUTAZIONE CURRICULUM RELATIVA ALL'AVVISO PUBBLICO
Approvata la graduatoria valutazione curriculum relativa all'avviso pubblico per la formazione di una graduatoria utile all'assunzione di personale a tempo determinato, categoria C1 vigente CCNL Enti Locali, profilo professionale C1 "Assistente Tecnico Ambientale", per il supporto all'attivitĂ  di gestione, monitoraggio e rendicontazione di progetti finanziati da fondi comunitari...
03/08/2016
:: PSR 2014-2020 num 4.4: bando pubblicato
PSR 2014-2020 num 4.4 : bando pubblicato. “Supporto agli investimenti non produttivi connessi all’adempimento degli obiettivi agro-climatico-ambientali”. Il testo di tutti i documenti è disponibile su www.agriligurianet.it , in particolare all’indirizzo seguente http://www.agriligurianet.it/it/impresa/sostegno-economico/programma-di-sviluppo-rurale-psr-liguria/psr-2014-2020/bandi-aperti-psr2014-2020.html...
08/07/2016
:: Ordinanza collegamento Fiumaretta e Bocca di Magra con la spiaggia di Punta Corv
Ordinanza sindacale n. 8/2016 recante servizio trasporti via mare per collegamento Fiumaretta e Bocca di Magra con la spiaggia di Punta Corvo....
04/07/2016
:: Documento Programmatico del Parco
Il Consiglio e la ComunitĂ  del Parco hanno approvato il Documento Programmatico elaborato dal Presidente Pietro Tedeschi....
03/07/2015
:: Delibera regionale VAS. Variante al Piano per il nuovo ponte di Ceparana
Delibera regionale VAS ex l.r. n. 32/2012 smi. Variante al Piano del Parco di Montemarcello-Magra-Vara per il nuovo ponte di Ceparana....
04/12/2014
:: Documentazione variante Piano di Parco/VAS
Collegamento viario fra S. Stefano Magra e Ceparana di Bolano - Variante al Piano del Parco approvato. con DCR 41/2001....
Iscriviti alla newsletter
Nome:
Cognome:
Email:
 
Home Page > AttivitĂ  > Centro Studi fiumi > Convegni e Incontri > 26-10-07

26-10-07

PARCHI FLUVIALI E BACINI IDROGRAFICI
LA PIANIFICAZIONE E LA DISCIPLINA DELLE ACQUE NELLE AREE PROTETTE

Al partecipato convegno sui parchi fluviali e i bacini idrografici il Parco firma il protocollo d’Intesa con il Parco del Foix e getta le basi per altri importanti progetti

Grande successo per il convegno “Parchi fluviali e bacini idrografici” organizzato il 26 ottobre 2007 dal Parco di Montemarcello-Magra in collaborazione con il Gruppo 183 nella splendida cornice della Fortezza Firmafede di Sarzana: gli oltre cento presenti hanno seguito con interesse e partecipazione le relazioni presentate dai massimi esperti del settore giunti per l’occasione da tutta Italia.
Ad aprire i lavori il sindaco di Sarzana Massimo Caleo e il Presidente del Parco Walter Baruzzo che nel fare gli onori di casa si è detto soddisfatto della riuscita dell’iniziativa “Un’ennesima occasione – ha detto – affinché realtà diverse ma con problematiche simili si confrontino e dibattano insieme per trovare soluzioni comuni”. Obiettivo, questo, come ha ricordato a seguire Renzo Moschini, Coordinatore del Centro Studi sulle aree protette e gli ambienti fluviali istituito due anni fa dal Parco, che è proprio alla base dei progetti dell’Ente che, con l’appoggio di Federparchi, vuole creare una rete tra tutti i parchi fluviali. Su questo punto è intervenuto anche Patrizio Scarpellini, direttore del Parco di Montemarcello-Magra, che nella sua relazione ha voluto presentare un quadro generale sulle aree protette fluviali italiane, spiegando la loro storia, le loro problematiche e la normativa vigente per la loro gestione. “Nell’ottica della creazione di un registro delle aree protette dei distretti idrografici, voluto dal Dlgs n°152/2006 – ha detto Scarpellini – è importante ora più che mai che i parchi fluviali facciano sistema affinché i rapporti di collaborazione con le Autorità di Bacino e altre autorità che agiscono sul fiume non siano esempi isolati e locali ma rappresentino un momento necessario e ordinario di condivisione a livello nazionale nella gestione delle aree fluviali”. A titolo di esempio il direttore ha poi elencato le esperienze significative e di successo che alcuni parchi italiani, come il Parco del Ticino Lombardo, i Parchi del Po torinese e del Po e dell’Orba, il Parco del Taro, il Parco del Mincio, il Parco del Lambro, il Parco dell’Alcantara, la Riserva Naturale delle Casse di espansione del fiume Secchia e altri ancora hanno fatto in questi anni di attività e che hanno portato un concreto beneficio alla gestione del territorio e alla conservazione dell’ambiente fluviale. Anche Stefano Picchi del Gruppo 183 ha puntato sull’importanza di una stretta collaborazione tra parchi fluviali e Autorità di Bacino affinché i primi siano fonte di conoscenza ambientale per le seconde.
Al dibattito hanno partecipato Ippolito Ostellino, Direttore del Parco del Po torinese, Attilio Arillo, Vicedirettore del Dip.TeRis dell’Università di Genova, Nicoletta Cutolo, Dirigente dell’Agenzia Regionale Parchi Lazio, Alessandro De Stefanis, Presidente AST Ambiente, Stefano Maestrelli, Presidente Porto Spa, Antonio Nicoletti, responsabile nazionale aree protette e territorio di Legambiente, Massimo Rinaldi dell’Università di Firenze, Francesca Pittaluga, Segretario generale dell’Autorità di Bacino del fiume Magra e Paolo Berni, professore dell’Università di Pisa. Da sottolineare anche la partecipazione di Fausto Giovanelli, Presidente del Parco nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano che ha lanciato una nuova collaborazione tra il suo parco e il Parco di Montemarcello-Magra (già insieme nel progetto parchi di mare e di Appennino) affinché quest’ultimo dia il via a studi sullo stato ambientale e sui corridoi ecologici rappresentati dalla rete idrologica dei corsi d’acqua che legano l’Appennino al mare.
Presente anche l’Assessore all’Ambiente della Regione Liguria, Franco Zunino che non ha voluto mancare l’appuntamento e in particolare l’atteso momento della firma del Protocollo d’Intesa tra il Parco di Montemarcello-Magra e il Parco catalano del Foix già sancito lo scorso aprile. “Un momento – ha detto il Presidente del Parco Baruzzo – di grande importanza per il nostro Parco e ci auguriamo che questa sia solo la prima di una serie di collaborazioni internazionali
Ha concluso i lavori Luigi Bertone, Direttore di Federparchi che ha ribadito la ferma volontà della federazione di creare un vero e proprio coordinamento dei parchi fluviali italiani di cui il Centro Studi del Parco di Montemarcello-Magra possa essere un importante strumento per la condivisione di progetti e politiche di gestione. “I parchi fluviali – ha detto Bertone – hanno una grande responsabilità in quanto rappresentano gli interessi della popolazione e racchiudono le conoscenze ambientali indispensabili per una corretta gestione dei bacini fluviali. Purtroppo spesso queste responsabilità non gli vengono riconosciute e non gli vengono fatte valere”. Da qui, quindi, nasce l’esigenza di creare un sistema delle aree protette fluviali anche in vista della terza conferenza nazionale delle aree protette previsto per maggio.

IN ALLEGATO IL DOCUMENTO CONCLUSIVO DEL CONVEGNO E GLI ATTI

Centro Studi Sulle Aree Protette e gli Ambienti Fluviali
Parco di Montemarcello-Magra
Via Paci 2, 19038 Sarzana
Tel 0187 691071 – fax 0187 606738
http://www.parcomagra.it/sezioni.asp?id=348.

PROGRAMMA

I parchi fluviali sono tra le aree protette le più interessate dall’altissima concentrazione di pressione antropica e di interessi diffusi per l’uso delle risorse in essi contenuti. Oltre a ciò in queste aree si sovrappongono, non sempre integrandosi, vari elementi di pianificazione e di governo del territorio e una legislazione complessa relativa tanto alle aree protette, quanto alle acque.
Oggi la direttiva europea quadro sulle Acque 2000/60/CE, entrata in vigore nel 2000, assume i bacini idrografici, organizzati in Distretti, quali unità geografiche di riferimento per il governo di tutte le azioni in materia di tutela delle acque e gestione integrata delle risorse idriche. Nell’ambito dei Distretti, tutti i corpi idrici appartenenti alle categorie dei fiumi, laghi, acque di transizione, acque marino costiere, e acque sotterranee devono conseguire entro il 2015 un obiettivo ambientale rappresentato da uno Stato Ecologico Buono per le acque superficiali e uno stato Chimico e Quantitativo Buono per le acque sotterranee. Ma la direttiva prevede anche l’istituzione di uno o più "registri delle aree protette" che sono strettamente dipendenti dai corpi idrici e che devono quindi essere tenute sotto osservazione. L’applicazione in Italia della direttiva, attraverso il cosiddetto testo unico ambientale 152/2006 e sue revisioni, procede però stentatamente e nei dibattiti raramente si affrontano temi relativi ad alcune importanti scadenze che interessano anche i parchi fluviali. L’obiettivo del convegno, promosso dal Centro studi sulle aree protette e gli ambienti fluviali e l’associazione Gruppo 183 è quindi avviare un dibattito tra esperti e decisori sul contesto attuale nel quale le aree fluviali si trovano a operare e le sfide e le opportunità che li attendono.

Ore 9,30 - Registrazione partecipanti

Apre i lavori Walter Baruzzo Presidente Parco Montemarcello – Magra

Saluti 

Massimo Caleo, Sindaco di Sarzana

Marino Fiasella, Provincia della Spezia

Marco Betti, Assessore ai Parchi Regione Toscana

Introduce e coordina:
Renzo Moschini, Coordinatore Centro Studi sulle Aree Protette e gli Ambienti Fluviali

Relazioni

“Le Aree Protette Fluviali nel sistema nazionale dei Parchi”
Patrizio Scarpellini, Direttore Parco Montemarcello – Magra e Ippolito Ostellino, Direttore Parco Po Torinese;

“Le aree protette fluviali e i Piani di gestione dei distretti idrografici”
Stefano Picchi Gruppo 183

Dibattito - Parteciperanno tra gli altri:

  Attilio Arillo, Vicedirettore del Dip.Te.Ris dell’Università di Genova

  Ugo Baldini, C.A.I.R.E.

  Luigi Bertone, Direttore Federparchi

  Nicoletta Cutolo, Dirigente Agenzia Parchi Lazio

  Alessandro De Stefanis, Presidente  AST Ambiente - Associazione per lo Sviluppo delle Scienze  della Terra e Ambientali Applicate

  Fausto Giovanelli, Presidente Parco nazionale Appennino Tosco Emiliano

  Maurizio Maggioni, Vice Presidente  Parco Lombardo Ticino

  Stefano Maestrelli, Presidente Porto Spa

  Antonio Nicoletti, Responsabile Nazionale Aree Protette e Territorio di Legambiente

  Giuseppe Gavioli, Gruppo 183

  Francesco Puma, Autorità di Bacino del Fiume Po

  Massimo Rinaldi, Università di Firenze

  Francesca Pittaluga, Segretario Generale Autorità di Bacino Interregionale del Fiume Magra

  Franco Zunino, Assessore Regionale all’Ambiente, Presidente Autorità di Bacino

Ore 13,00 - Pausa con degustazione prodotti tipici  

Ore 14,00
Ripresa dei lavori e Firma del Protocollo d’Intesa  con il “Consorci del Parc del Foix” di Barcellona.
 

Conclusioni

Matteo Fusilli, Presidente Federparchi

Ultimo Aggiornamento: 02/04/2013
 
Ente Parco di Montemarcello-Magra - Via A. Paci, 2 - 19038 - Sarzana (SP) Italy - Tel. +39/0187.691071 - Fax. +39/0187.606738 - Diritti riservati
P.Iva: 91009830117 - PEC: parcomagra@legalmail.it
Privacy - Disclaimer - Powered by Mantra Multimedia
Magra in Bici